Serie A1 maschile: cinquina Park in casa contro Forte dei Marmi

Post 50 of 557
Serie A1 maschile: cinquina Park in casa contro Forte dei Marmi

Tre punti d’oro per il Park Tennis Genova, importanti per salire a quota 5 in classifica, scavalcare Matchball Siracusa e rimanere in scia della capolista TC Crema (7 punti). I ragazzi di capitan Gianluca Naso prevalgono 5-1 in casa contro Forte dei Marmi. 

Pratica risolta già dopo i primi quattro singolari. Dopo che Luigi Sorrentino apre le danze, 6/3 6/2 imposto a Marco Furlanetto in un’ora e venti minuti, il compito più duro risulta essere quello del rumeno Marius Copil. Partenza forte (6/1) contro Luca Potenza, bravo a reagire e a portare a termine una grande rimonta nel secondo set con la vittoria al tie break (11/9). Copil resta concentrato e riprende a macinare i suoi potenti servizi. Va sul 4/1 ma poi accusa una flessione (4/4): sul 6/5, il break decisivo per il successo (7/5) dopo due ore e venticinque minuti. Meno di un’ora, invece, è necessaria a Matteo Viola per regolare le velleità di Lorenzo Ghilarducci con il punteggio di 6/1 6/2. Il punto del 4-0 arriva grazie a Gianluca Mager: un’ora e sei minuti per costringere alla resa Valentin Vacherot in 2 set (6/1 6/4). Finisce 5-1: un punto a testa nei doppi per il Park (Mager/Sorrentino su Furlanetto/Potenza) e Forte dei Marmi (Vacherot/Ghilarducci su Naso/Verdese).  Da segnalare l’esordio del giovane Guglielmo Verdese (classe 2006).

“Sono felice di aver esordito con una vittoria, non è stato semplice contro un avversario che ha risposto colpo su colpo ai miei attacchi, soprattutto nel secondo set – sorride Copil a fine match – Non ho perso la concentrazione e ho reagito alla delusione del tie break sfuggito: ringrazio i soci del Park per il loro incessante sostegno e il capitano Gianluca Naso. Lo conosco molto bene dato che ci siamo affrontati in campo, da avversari, diverse volte. E’ stata una gioia rivederci a distanza di tempo”.   “Abbiamo avuto entrambi alti e bassi, forse ho mantenuto maggior stabilità e linearità – racconta Sorrentino a proposito del suo incontro – E’ uno dei gironi più equilibrati del campionato che probabilmente si deciderà all’ultima giornata: noi cerchiamo di dare il massimo in ogni singolo match e poi vedremo che cosa accadrà”.