Indian Wells: Musetti subito avanti. Roseto: Giannessi stop prima dei quarti

Post 87 of 435
Indian Wells: Musetti subito avanti. Roseto: Giannessi stop prima dei quarti

Primo turno  nel “BNP Paribas Open”, primo Masters 1000 stagionale (combined con il secondo WTA 1000 del 2022) dotato di un montepremi di 8.761.725 dollari che si sta disputando sul cemento californiano dell’Indian Wells Tennis Garden.

Ottima partenza per Lorenzo Musetti, una delle colonne della squadra di A1 del Park Tennis Genova. Il 20enne di Carrara, eroe di Davis, n.56 ATP, supera 63 75, in un’ora e 39 minuti di partita, lo statunitense Marcos Giron, n.55  della classifica mondiale.

Nel primo confronto diretto fra i due Musetti ha strappato il servizio all’americano nel secondo game, break confermato con autorità concedendo le briciole all’avversario nei propri turni fino a chiudere sul 63.

Dopo aver salvato tre palle-break subito in avvio di secondo set, è stato invece Giron a togliere la battuta all’azzurro nel sesto gioco (4-2), così da andare a servire per il set sul 5-3, ma Lorenzo nel momento chiave ha saputo piazzare il contro-break e riagganciare il 28enne di Thousand Oaks (California). E sullo slancio, dopo un interminabile undicesimo game, ha convertito la sesta opportunità per togliere il servizio a Giron e chiudere 75, con un parziale di cinque giochi a zero.

Musetti al secondo turno sfiderà il “gigante” statunitense Reilly Opelka, n.17 del ranking e del seeding, che ha vinto i due precedenti testa a testa con il Next Gen azzurro, entrambi lo scorso anno: al secondo turno agli Internazionali BNL d’Italia di Roma e al primo turno degli US Open.

Nel “Regione Abruzzo Aterno Gas & Power Cup”, primo di due Challenger consecutivi dotati di un montepremi di 45.730 euro che si disputano sui campi in terra rossa del Tennis Club Roseto, Alessandro Giannessi (n.186 ATP), dopo aver eliminato in tre set lo slovacco Andrej Martin (n.127 ATP), quinto favorito del seeding, non è riuscito a prendersi la rivincita a una settimana di distanza dal match perso al challenger di Gran Canaria con il ceco Lukas Rosol (n.288 ATP), in gara come “alternate”: il 36enne di Brno si è infatti imposto per 63 64, in un’ora e 25 minuti di gioco, cogliendo la quarta affermazione in altrettanti testa a testa con il 31enne spezzino.


Tags: , , ,